buzzoole code
Un vicino di casa quasi perfetto di A.J.Banner

Un vicino di casa quasi perfetto di A.J.Banner

Sono sempre riluttante a scrivere recensioni negative in quanto fermamente convinta che ogni libro abbia sempre del buono.
Sfortunatamente UN VICINO DI CASA QUASI PERFETTO scritto da A.J. Banner e gentilmente inviatomi dalla Newton Compton, non merita piú di 2 stelline. Decisamente lontano del migliore libro che io abbia mai letto, ma neppure paragonabile al peggiore. 

Duecento pagine da leggere alla svelta e che, ahimè, si dimenticano altrettanto velocemente.


Forse, visto che vengo da 2 thriller belli tosti ( La stagione del Sangue di S.Bjørk  e Nel nome di mio padre di V.Sten) , questa lettura si è ritrovata ad avere l'ingrato ruolo di cuscinetto ed è finita con lo sbiadire tra le tinte forti dei due colleghi. Non ha mai avuto, insomma, neppure una possibilità di tenere il confronto.

IL LIBRO

Siamo a Shadow Cove, cittadina nello stato di Washington . Pratini verdi rasati di fresco e siepi curate, vialetti intonsi, vicini sorridenti e villette a schiera quasi identiche. La vita di Sarah e Jhonny MacDonald sembra idilliaca e venuta fuori da una sitcom. Scrittrice di libri gialli per bambini lei e rinomato e bellissimo dermatologo lui,  i due sembrano insieme incarnare il sogno americano. Il quieto vivere del quartiere borghese, si ritrova stravolto in una sera di Ottobre quando un devastante incendio brucia la casa dei vicini, uccidendoli. Sarah con un atto eroico riesce a salvare la piccola Mia, la figlia della coppia, ma per una sfortunata serie di eventi, il fuoco si espande anche alla casa dei MacDonald, che insieme ai ricordi di una vita, viene divorata dall'incendio.  Sconvolta e ancora convalescente, Sarah ritorna sul luogo dell'incendio per recuperare qualche oggetto risparmiato dal rogo e nel farlo troverà  qualcosa di nascosto che come un terremoto metterà in dubbio le certezze e le fondamenta della sua vita... è solo stress post traumatico a condizionarla o davvero deve iniziare a dubitare di amici e vicini? 

Una trama molto poco definita è quello che immediatamente si pensa dopo aver letto l'ultima pagina .  200 pagine non sono molte per sviluppare un'intricata rete di sospetti ma lo svolgimento di questo libro mi è sembrata solo abbozzato e non concluso, con molti filoni narrativi iniziati e vagamente accennati o interrotti di netto, lasciando qualche questione aperta.
Un esempio lampante è la conclusione stessa del libro . Invece che essere esplicativo e il culmine della (poca) suspense montata dalla storia, ci si impiegano meno di 5 pagine ed è improvvisamente tutto spiegato e finito. Un finale maggiormente sviluppato avrebbe sicuramente cambiato le carte in tavola.  La rivelazione stessa del cattivo viene letteralmente fuori dal nulla, senza dare al lettore neppure un indizio o un elemento a cui aggrapparsi per spiegare le cose.

Nonostante manchi di mordente e non faccia parura si legge bene e infatti mi sono bastate poche ore per finirlo. Ho iniziato a leggere thriller grazie a un libro simile a questo che veniva propio da NewtonCompton ( 9 giorni di Gilly MacMillan ) e quindi mi sento di consigliare questa lettura a chi sta iniziando adesso ad aprocciarsi al genere senza però volersi spingere troppo oltre. Ideale magari per questi weekend primaverili trascorsi sul prato al parco o come lettura da spiaggia. 
Per i lettori di gialli e thriller appassionati e esperti, mi sento invece di sconsigliarlo.

 

UN VICINO DI CASA QUASI PERFETTO di A.J. Banner

VOTO: 2/5

Editore: Newton Compton
AUTORE: A.J.Banner
GENERE: Thriller
PAGINE: 202

Se la recensione ti ha incuriosito e vuoi comprare il libro ti ricordo che acquistandolo tramite i link agli shop qui sotto, contribuirai a sostenere il blog. Grazie!
 La Feltrinelli | Amazon.it

 Maestra di Lisa Hilton

Maestra di Lisa Hilton

Nel nome di mio padre di Viveca Sten

Nel nome di mio padre di Viveca Sten