buzzoole code

RECENSIONE: Slade House di David Mitchell

Slade House- David Mitchell.jpg

SLADE HOUSE di David Mitchell

VOTO: 4/5

[RandomHouse | Amazon]

Mettete il nome di Mitchell su un libro e io lo compro. Scherzi a parte, oggi voglio parlarvi di "Slade House" l'ultima fatica diDavid Mitchell. Ancora  inedito in Italia, è stato pubblicato da RandomHouse, giusto in tempo per Halloween in una data che non è lasciata al caso.

Buy it!.png

Fidatevi di me, questo è IL libro con il quale desidererete trascorrere una notte tempestosa raggomitolati sotto le coperte con il cuore a tremila e la pelle d’oca.

Sicuramente una delle migliori storie di paura che abbia mai letto assieme a Coraline di Neil Gaiman.  Dopo aver letto recensioni entuste online su “Slade House” le mie aspettative erano veramente salite alle stelle e sono lieta di dire che non sono rimasta delusa. Nello stile di Mitchell, “Slade House” è pieno di dettagli che richiamano i suoi romanzi precedenti. In questo caso, il nuovo romanzo è impostato sullo stesso mondo di “Le ore Invisibili”. Questo libro rientra nella categoria del fantasy, ma molto vicino allo stile di Gaiman e King, Mitchell crea un’atmosfera gotica, inquietante , da casa infestata dai fantasmi . Ancora una volta l’autore riesce a creare un mondo eccentrico e bizzarro. Si inizia questo libro catapultati dritti in una storia che sembra essere già iniziata, ma subito dopo che la confusione iniziale svanisce, si comincia a intuire  che qualcosa è terribilmente sbagliato. Attraverso una piccola porta di ferro nero nella stretta Slade Alley, si entra in un giardino fiorito con un’imponente casa in cima alla collina: Slade House. Vi ritroverete a Slade House più di una volta, in un periodo di tempo che va dal 1979 al 2015, sempre l’ultimo sabato del mese di ottobre. Ogni nove anni un ospite è invitato nella casa. Sono tutti accomunati da qualcosa di particolare e selezionati dai nostri padroni di casa, i gemelli Grayson , Norah e Jonah. Ogni volta che vedete un nuovo personaggio entrare a  Slade House, non potrete fare a meno di sentirvi in ansia per la sorte inevitabile in attesa della nuova “vittima”.

Da fan di Mitchell mi sento di dire che “Slade House” è ben lontano dalla complessità di Cloud Atlas, ma ancora una volta, la capacità di gestire storie complesse di più personaggi senza trascurarne nessuno, rimane il suo punto di forza. Ho dato a questo libro 4 stelle invece di 5 perché nonostante sia davvero un buon libro, non mi è piaciuto molto aver QUASI indovinato la conclusione della storia. Per chi ha letto “Le ore invisibili” c'è il rischio che l'apparizione di un personaggio faccia inevitabilmente capire come andrà  a finire il racconto. Detto ciò alla fine il libro è salvo e la conclusione non è scontata e come lettrice io sono più che soddisfatta.

Ho letto un’anteprima di Slade House sul mio kindle gentilmente inviatami da RandomHouse.

xx,Erica

RECENSIONE: Il figlio del Cimitero di Neil Gaiman

RECENSIONE: Le Ore Invisibili di David Mitchell