buzzoole code
IL BAMBINO BUGIARDO di S.K. Tremayne

IL BAMBINO BUGIARDO di S.K. Tremayne

Prima di tutto devo dire che il libro debutto di S.K.Tremayne ( pseudonimo del giornalista Sean Thomas, anche conosciuto con l'altro pseudonimo di Tom Knox)  LA GEMELLA SILENZIOSA è uno dei miei libri preferiti in assoluto.  Quando ho visto l'autore pubblicava un nuovo thriller psicologico ero estremamente eccitato e felice di riceverne una copia in anteprima da parte dell'editore, HarperCollins Australia, che ringrazio con tutto il cuore.
Purtroppo, dopo averlo letto devo dire che questo libro è stato per me un'immensa delusione.

IL LIBRO

Quando Rachel sposa il misterioso, ricco e affascinante vedovo David, tutto sembra girare per il verso giusto. Dalla vita da single a Londra alla bella tenuta di Carnhallow in Cornovaglia, Rachel si ritrova catapultata in un mondo di ricchezza e amore appassionato e guadagna anche un figliastro affettuoso di nome Jamie. Ma poi il comportamento di Jamie cambia, e la vita perfetta di Rachel comincia a rivelarsi per quello che è: un'illusione. Lui fa previsioni inquietanti, sostenendo di essere perseguitato dallo spettro della sua defunta madre e ex-moglie di David. È questo forse il modo di Jamie di punire Rachel, o la faccenda è molto più seria e traumatizzate di quanto Rachel pensasse?
Quando Rachel inizia a scavare nel passato della famiglia e a investigare sulla morte di Nina, i sospetti nei confronti del marito cominciano a prendere forma. Perché David è così riluttante a discutere di Jamie?  Mentre l'estate scivola via e Dicembre si avvicina, Rachel comincia a temere che ci possa essere della verità nelle parole profetiche di Jamie:  "Sarai morta entro Natale."

Unica nota positiva di questo libro è certamente l'atmosfera. Non ci può essere alcun dubbio sull'abilità di Tremayne nel creare un'atmosfera tetra e destabilizzante. Nel suo debutto, LA GEMELLA SILENZIOSA, aveva evocato la desolazione di una remota isola scozzese; in questo suo secondo romanzo, THE FIRE CHILD (il bambino di fuoco), siamo trasportati in Cornovaglia, circondato dai fantasmi degli operai morti nell'oscurità delle miniere di stagno abbandonati, che si snodano sotto la tenuta di Carnhallow e sul quale si basa la richezza dell'antica e potente famiglia di David .

Sean Thomas ( conosciuto con lo pseudonimo di S.K. Tremayne)

Sean Thomas ( conosciuto con lo pseudonimo di S.K. Tremayne)

Come nel romanzo precedente, in THE FIRE CHILD non è molto chiaro se l'elemento soprannaturale abbia o meno un ruolo in questa storia. Sembra esserne il caso quando Jamie comincia ad avere sogni premonitori che poi si rivelano essere veri e il fantasma di Nina sembra infestare le sale della gigantesca e oramai fatiscente tenuta. L'elemento del narratore inaffidabile, Rachel, scosso dagli avvenimenti e consumato dalla paura e da un passato di instabilità mentale che sembra riaffiorare con forza in questo momento di isolamento mentale e fisico, contribuiscono a complicare la trama alimentando il comportamento erratico del piccolo Jamie.

Se siete interessati a libri descrittivi e le spiegazioni del settore minerario in Cornovaglia, allora potrete godere di questo. Se invece vi aspettate un thriller psicologico avvincente sarete delusi. Ho pensato inizialmente che THE FIRE CHILD si sviluppasse lentamente e pazientemente sono andata avanti nella storia aspettando un gigantesco colpo di scena. Arrivata a circa tre quarti ho realizzato che la storia non stava andando da nessuna parte. L'eccessiva forzatura e il tentativo di estendere il senso di tensione e suspense per tutto il libro ricorrendo a elementi sovrannaturali poco credibili ha cominciato ad avere su di me l'effetto contrario, ha iniziato ad annoiarmi.

Questo libro mancava una storia credibile, il passato oscuro dei protagonisti è svelato in brevi rivelazioni sparse per tutto il libro, alternate da interminabili lezioni di storia sul passato minerario della Cornovaglia. Il risultato è stato che mi sono ritrovata a saltare tutte le parti descrittive per ritrovare una storia che si conclude, ahimè, nel finale con rivelazioni totalmente implausibili e assolutamente irrealistiche.

Sono sicuro che alcune persone vorrebbero il carattere descrittivo di questo libro, ma ho trovato molto ripetitivo e prolisso quando si trattava di descrizioni lungo tirato fuori che lasciavano poco spazio per la trama vera e propria. Il grande impegno e la minuzia di dettagli che l'autore ripone nel descrivere le miniere in grande dettaglio, poteva invece essere usato per sviluppare meglio la trama vera e propria che risulta invece caotica e approssimativa, concludendosi con un finale assurdo e poco sviluppato.

Una grande delusione per uno scrittore che sono sicura, può fare di meglio. 
 

Erica

THE FIRE CHILD di S.K.Tremayne
VOTO: 2/5

Editore : HarperCollins Australia
Genere: Thriller
Pagine: 389

Lo trovi qui: Amazon | Bookdepository



AUDIOLIBRI: il nuovo modo di leggere senza usare gli occhi

AUDIOLIBRI: il nuovo modo di leggere senza usare gli occhi

NEL BUIO DELLA MENTE di Paul Tremblay

NEL BUIO DELLA MENTE di Paul Tremblay