#stoleggendo


If you like what I do support LibrettoReview by buiyng me coffee. Thank!

LA CASSA APERTA: un nuovo caso per Hercule Poirot di Sophie Hannah ( e Agatha Christie)

LA CASSA APERTA: un nuovo caso per Hercule Poirot di Sophie Hannah ( e Agatha Christie)


VOTO: 3.5/5

Editore: Mondadori
Genere: Giallo Deduttivo
Pagine:
Lo trovi qui : MondadoriStore | Amazon.it

LA CASSA APERTA ( Mondadori, 2016) arriva esattamente a cento anni dalla creazione del detective belga più famoso della letteratura gialla: Hercule Poirot . Nel 1916 infatti la Christie lavorava a quello che sarebbe stato il romanzo d'esordio e il suo primo caso, “ Poirot a Styles Court” e oggi nel 2016, Sophie Hannah, che aveva giá debuttato nel 2015 come erede letteraria della regina del giallo con “Tre stanze per un delitto”, ci propone un nuovo romanzo per croce e delizia di puristi e appassionati di recente acquisizione.

TRAMA:

Siamo a ovest di Clonakilty, Contea di Cork, Irlanda, 1928.
Poirot e il suo Watson, l'ispettore Edward Catchpool di Scotland Yard, ricevono una lettera misteriosa da Lady Athelinda Playford, famosa scrittrice di gialli per bambini, che li invita a trascorrere una settimana come ospiti nella sua tenuta di campagna. Mancante tuttavia nell'invito é la spiegazione del perché la loro presenza è richiesta.
Poirot e Catchpool non sono peró gli unici ospiti della ricca signora, i figli e consorti, due avvocati, un segretario, un'infermiera, un maggiordomo, una servetta e una cuoca. Lady Athelinda ha intenzione di comunicare ai presenti un cambiamento delle sue ultime volontà: ha deciso di diseredare i suoi figli e lasciare tutto a un uomo malato con davanti a sè poche settimane di vita. La notizia non lascia i presenti impassibili e la presenza di Poirot e di Catchpool si fa subito chiara. "Siamo qui", dice Poirot, "al fine di evitare un omicidio."

Magari se non ci fosse stata la firma della Christie questo libro non avrebbe ricevuto critiche cosí feroci e forse non avrebbe neanche avuto tutto questo successo..

Magari se non ci fosse stata la firma della Christie questo libro non avrebbe ricevuto critiche cosí feroci e forse non avrebbe neanche avuto tutto questo successo..

Ne LA CASSA APERTA, Sophie Hannah riporta in auge il fascino del giallo deli primi del 900. Mistero e argute intuizioni sono chiare allusioni allo stile di molti dei libri della Christie. La rosa dei sospetti e l'ambientazione sono un altro punto a favore di un'atmosfera ben studiata e evocativa del giallo classico. Un'antica e sfarzosa magione di campagna, un gruppo di eccentrici personaggi tutti dotati di possibile movente, un'omicidio in biblioteca che non è quello che sembra e, immancabile, l'illuminante rivelazione finale.

Ma sono di nuovo le "celluline grigie” di Poirot a farla da padrona e a guidare l'indagine, svelando dettagli e collegando pezzi di un puzzle che chiunque avrebbe trascurato. Hannah è infatti riuscita a catturare con successo lo stile di Poirot, i manierismi, le risposte incisive e le battute tragicomiche, l'arguzia dei monologhi e quel suo stile vanesio e al tempo stesso arguto.

Sebbene si tratti di uno sforzo più che rispettabile di riportare alla ribalta il vecchio whodunit, chi ha un trascorso con la Christie non potrà fare a meno di rendersi conto che la Hannah ha ancora qualche angolo da smussare per riuscire a creare un romanzo alla sua altezza.
Quella che di base è una trama ingegnosa e intrigante si va a perdere in intuizioni un po' forzate e commenti fuori luogo e i retroscena che collegano alcuni personaggi, di cui non veniamo a conoscenza fino alla risoluzione finale, vanno a rovinare il divertimento che il lettore dovrebbe provare nel risolvere il rompicapo e smascherare il colpevole.

Una lettura leggera, una storia interessante che di certo non si può definire eccitante, complice forse l'eccessiva lunghezza del libro che sicuramente avrebbe giovato di qualche capitolo in meno, ma che nel compenso fa trascorrere qualche piacevole ora di lettura.

Consigliata a chi vuole scoprire i vecchi gialli e a chi ne sente la mancanza ma che è in grado di avvicinarcisi senza l'occhio critico del paragone. Temo che invece per i puristi e i fedelissimi di Poirot e della Christie sia invece meglio riprendere in mano uno dei vecchi romanzi.

Erica Puggioni

IL DOMATORE DI LEONI di Camilla Lackberg

IL DOMATORE DI LEONI di Camilla Lackberg

Scritto sulla sabbia di Clare Mackintosh

Scritto sulla sabbia di Clare Mackintosh