buzzoole code
FIJIAN TIME: una filosofia di vita

FIJIAN TIME: una filosofia di vita

Se avete mai visitato le Fiji nel passato, allora il concetto vi sarà familiare.
Una volta arrivati in aeroporto, dimenticate le scadenze, smettete di correre e controllare l'orologio ... vi sentirete sempre e solo rispondere una cosa: relax, it's Fijian Time!!
Se non avete mai sentito l'espressione ve la spiego:  

La vita deve essere vissuta, non rincorsa

Se siete abituati al caos e alla frenesia del mondo occidentale allora le Fiji su di voi possono avere due effetti.
Fastidio. Sono tutti molto lenti e sempre in ritardo. Potrebbe essere necessario attendere qualche minuto per essere serviti o anche solo per avere l'attenzione di qualcuno.
Estremo senso di rilassatezza. Siete in vacanza dopotutto. Spegnete il telefono e vivete lo stile di vita di queste meravigliose isole del Pacifico.

I figiani persone che si rifiutano di lasciarsi sopraffare dallo stress, il lavoro e lo stile di vita degli occidentali sbarcati al piccolissimo aeroporto internazionale di Nadi, capitale delle Fiji.
Il Fijian Time è un concetto che è difficile da cogliere inizialmente, ancora più complicato accettarlo, sopratutto quando si sta per perdere l'aereo perché la guardia alla dogana anzi che fare i controlli chiacchiera e non sembra essere interessata a voi.
Ma tutto sommato se pur per pochi giorni l'anno ci si può anche lasciare andare e abbracciare la filosofia di questo popolo rumoroso, rilassato e facile alla risata. Vi sentirete chiamare "My friend" ( amico mio) da tutti quanti, anche vi siete incontrati da pochi minuti e respirerete l'aria di un posto che seppur povero resiste con le unghie e con i denti all'attacco della cultura consumistica occidentale.
Un agglomerato di isole dove le "case" nei villaggi sono baracche fatte di lamiera che sorgono accanto a resort extra-lusso, dove tutti fanno in giro scalzi e bambini ti corrono incontro e ti abbracciano e toccano estasiati con quei loro sorrisi giganteschi.

 
 

Il Fijian Time non è una scusa per essere pigri ma una filosofia di vita.

Ho incontrato un signore che viveva sulla spiaggia accanto alle casette degli ospiti, in una capanna fatta di foglie di palma, quattro galline e una canna da pesca . 

" Ma tu che vedi tutte queste persone che vengono e vanno, non sei curioso di partire e vedere il mondo?"
" E perché? Le persone pagano tanti soldi per venire fino a qui e rilassarsi. Io se ho sonno dormo, se voglio lavorare lavoro, se ho fame pesco e se non c'è pesce mangio il cocco e le banane. 
Io sono felice qui. 
"
 

NOVITÀ: "Into the water", il nuovo libro di Paula Hawkins

Polar, hardboiled e noir: tutti i sottogeneri della letteratura GIALLA