#stoleggendo


If you like what I do support LibrettoReview by buiyng me coffee. Thank!

Florence Gordon di Brian Morton

FLORENCE GORDON  scritto da Brian Morton e pubblicato dalla Sonzogno.

Ho scoperto questo libro grazie alla copertina, che come spesso accade con i libri della Sonzogno , calamita il mio sguardo ogni volta che entro in libreria. Per la prima volta leggo un libro dove tutto sommato gli eventi non sono importanti, lo sono le persone, i loro motivi, i loro ideali e pensieri. A 74 anni, la scrittrice femminista Florence Gordon vive la vita come vuole, sempre pronta a lottare per qualcosa in cui crede, a dire quello che pensa senza sentimentalisti , concisa e diretta . Però è anche una gran stronza. Usa il suo essere brillante e sicura di se per ferire , volutamente , le persone che la circondano e le vogliono bene, inclusa la sua famiglia. È misantropa e solitaria, egoista e egocentrica, presuntuosa e  insensibile.

Florence non permetteva mai agli altri di rilassarsi. Chiedeva sempre a Janine se avesse letto o sentito questo o quello, e la risposta di solito era no. Alla fine di ogni incontro Janine aveva la sensazione di essere stata vittima di un qualche genere di pestaggio intellettuale. Florence era vagamente offensiva anche quando non voleva esserlo.
— Florence Gordon di Brian Morton

Mi ha lasciato di sasso realizzare che la storia, prevalentemente con personaggi femminili, fosse scritta da un’uomo, Brian Morton. Uno scrittore che, secondo me, è riuscito a fare di una persona odiosa un ritratto delizioso. È come quando si dice che un’attore è bravo se riesce a farsi odiare dal pubblico. Qui è lo stesso. Morton parla di Florence, la mette in cattiva luce e poi immancabilmente ci mette in una posizione dove non possiamo che alzare le mani e dichiararci sconfitti della sua graffiante onestà. Chiaramente se il libro avesse parlato solo di Florence, per quanto eclettica, sarebbe stato noioso, e per questo troviamo anche una trama parallela, le storie di Daniel, figlio di Florence, Janine e Emily, nuora e nipote. Mi è sembrato semplicemente giusto che in un libro dove si parla di una persona spesso fredda e totalmente disinteressata “della gente”  come Florence,  si  contrapponessero le storie delle persone di cui lei non si cura.  Ho adorato Daniel e Emily, mi hanno spesso fatto sorridere, ho invece apprezzato un po’ meno Janine, che contrapposta al marito e alla figlia ho trovato incredibilmente sciocca. Un’altra cosa che mi ha colpita è stata la chiara, chiarissima, critica al mondo dei social e dei blog, e lo trovo alquanto ironico visto che è proprio su un blog che parlo di questo libro. Buffo.

Il finale mi ha lasciato di sasso. Sono stata a borbottare per una decina di minuti fino a che non mi si è accesa una lampadina. Ho realizzato che era proprio come doveva essere, niente fronzoli e sentimentalismi, eppure io me li aspettavo lo stesso e mi è piaciuto venire disillusa , è stato quasi come ricevere uno schiaffo in faccia. Quasi come avere davvero a che fare con Florence.

Se state cercando forti emozioni ve lo sconsiglio. Non troverete colpi di scena o storie d’amore struggenti. È un libro che io stessa ho impiegato del tempo a leggere. Un  libro che non parla di grandi eventi, ma di grandi persone. Una storia che colpisce quando, finito il libro, lo riporrete sullo scaffale e con un sorriso penserete a Florence.

 

4542606.jpg

 

FLORENCE GORDON di Brian Morton

VOTO: 4/5

Editore: Sonzogno
Genere: Narrativa
 

Se la recensione ti ha incuriosito e vuoi comprare il libro ti ricordo che acquistandolo tramite i link agli shop qui sotto, contribuirai a sostenere il blog. Grazie!

[MondadoriStoreLaFeltrinelli]

La Gemella Silenziosa di S.K. Tremayne

La Gemella Silenziosa di S.K. Tremayne

9 Giorni di Gilly MacMillan

9 Giorni di Gilly MacMillan