Support me by buying me a coffee. Thanks!


Come rimanere zero waste a una festa NON zero waste

Come rimanere zero waste a una festa NON zero waste

Nella mia estrema introversione devo ammettere che ho un debole per le feste.
Una bella cena invernale a base di giochi da tavola tra amici o un aperitivo estivo all’aperto mette sempre d’accordo tutti. Anche i più pantofolai come me.

Se stai muovendo i primi passi verso uno stile di vita più sostenibile sono sicura che almeno una volta da quando hai iniziato ti sei ritrovato in una situazione in cui tu eri la sola persona zero-waste nella stanza.
Come fare a rimanere zero-waste a una festa non zero-waste?

Per noi il primo campo di prova è stata la cena di Natale a casa di amici. Si trattava di un buffet in giardino ( in Australia il Natale si festeggia in piena estate) dove ci siamo ritrovati per la prima volta a sperimentare lo zero-waste in una situazione fuori di casa su cui non avevamo il controllo.

Ecco quindi qualche consiglio pratico :

  1. I PIATTI

    Dove c’è festa ci sono piatti di plastica . Nessuno vuole mai lavare i piatti ma onestamente, lavarli non è poi questa gran tragedia. SPECIALMENTE quando si ha una lavastoviglie.

    Se sei a una festa a casa di qualcuno hai tre opzioni: chiedere un piatto, mangiare solo cose che non richiedono un piatto o portartene uno da casa.

    La prima opzione puó sembrarti impossibile sopratutto se sei timido o non sei a casa di amici. Ovviamente dovrai chiedere con gentilezza, spiegare le tue ragioni e tassativamente lavare il piatto e rimetterlo a posto prima di andare via ( ma questa è buona educazione, non zero-waste).

    Molte feste hanno prevalentemente finger-food che non richiede piattini. La soluzione migliore potrebbe essere mettere un pó di cibo su un fazzoletto di stoffa che ti sarai portato da casa . Oppure semplicemente acchiappare qualcosa e mangiarla subito anzi che fare la scorta e doversi poi destreggiare tra cibo e bevande .

    Sei a cena fuori ( aperitivo, pic-nic) e non hai proprio accesso ai piatti veri del padrone di casa allora la soluzione e portare il tuo piattino da casa. Puoi usare uno di quelli da dessert che sicuramente hai già oppure se hai paura che si rompano o ti preoccupa il peso esistono quelli di acciaio inox da campeggio che sono leggerissimi e estremamente durevoli. E già che ci sei portati pure una forchettina . Basterà poi semplicemente andare in bagno e dargli una sciaquata prima di rimetterlo in borsa.


  2. LE BIBITE

    Nella maggior parte delle feste in casa o fuori c’è sempre la possibilità di prendere una bibita in bicchiere o quanto meno, acquistarla in bottiglia di vetro o lattina quindi sono sicura che le bevande non saranno un problema. Se la festa è all’aperto e volete essere preparati allora portate con voi una borraccia cosí sarete sicuri che se proprio non ci dovesse essere alternativa almeno non finirete disidratati. Oppure, la mia soluzione preferita, portate da casa un bel barattolo di di marmellata ( di solito il vetro di quei barattoli è piú resistente dei quello dei normale bicchieri e non rischia di rompersi in borsa) cosī potete non solo bere, ma anche riempirlo con snack e evitarvi il piatto.

    Se proprio pianifichi di prendere un cocktail allora assicurati che non ci sia la cannuccia (della quale non hai bisogno comunque) ma se proprio la vuoi usare quanto meno portala da casa, riutilizzabile.

  3. E SE TUTTO IL CIBO É IMPACCHETTATO?

    Lo stesso vale quando si è ospiti a casa di parenti o amici. Per quanto mi riguarda trovo che rifiutare cibo imballato offertomi con buone intenzione e comprato da altri, eccessivo. Ho fatto la scelta personale di non comprare plastica e non ho intenzione di imporre la mia scelta su altri . In questo caso ho solo un consiglio: goditi la serata!


  4. DRESS CODE

    Ti invitano a una festa in maschera ma non hai un costume. Comprare apposta qualcosa di poco costoso solo per l’occasione per poi dimenticarla in un armadio inutilizzata per anni non ha senso. Cerca di giocare con i vestiti che hai già a disposizione. Alle perse vestiti di nero e impersona un mimo ( questa me la segno) . E se magari il dress code richiede una tipologia di abito che non possiedi, considera di affittarlo o chiederlo in prestito a un amica invece che fare un acquisto che già sai, non avrai occasione di riutilizzare.

  5. REGALI DI CORTESIA PER IL PADRONE DI CASA

    Si dice che gli ospiti dovrebbero bussare alla porta di casa con i piedi, essendo le mani occupate a tenere un “pensiero” per ringraziare l’oste dell’opitalità .

    I regali di cortesia dovrebbero essere semplici e da consumare. Una bottiglia di vino, del pane o una torta fatta in casa, del cioccolato o dei biscotti in un bel barattolo di vetro o avvolti in uno scampolo di stoffa o magari una pianta. Regali sempre graditi e 100% zero waste.









niente di nuovo: pranzo da asporto zero-waste

niente di nuovo: pranzo da asporto zero-waste

Zero Waste...e le mestruazioni?

Zero Waste...e le mestruazioni?