If you like what I do support LibrettoReview by buiyng me coffee. Thank!

Come fare la spesa Zero-Waste + il mio kit.

Come fare la spesa Zero-Waste + il mio kit.

Fino a 5 mesi fa il mio kit per la spesa consisteva in..niente.
Prendevo le chiavi, il borsellino e via alla volta del supermercato.
Lista? Che lista! Io avevo la mia “tecnica”. Passeggiare facendo lo slalom per ogni corsia guardando tutti gli scaffali e comprando d’impulso quello di cui mi faceva voglia al momento. Mi ci voleva circa 2 ore per scegliere e altri 20 minuti per rimettere almeno un terzo della spesa a posto perchè avevo già cambiato idea o presa dal rimorso perchè “chissà quanto mi verrà a costare questa spesa!”. Ora invece ho un “kit” e una -specie- di lista.

Ecco come faccio la spesa settimanale Zero-Waste e per due persone :

Faccio tutta la spesa nello stesso giorno : mi organizzo in modo da sapere prima cosa voglio e da dove. Per una questione di efficenza parto dal negozio più lontano per risparmiare benzina. Nel mio caso ogni settimana vado al mercato degli agricoltori (10min di macchina) dove faccio tutta la spesa per la settimana . Ogni due settimane allungo il tragitto fino al negozio leggero e alla macelleria ( 20min).

-Per trasportare la spesa: ricorda di portare con te le borse. Ti consiglio di trovarne una abbasta grande per contenera tutto invece che 10 piccole. Mettine in macchina se tendi a dimenticartele. Io ho sempre una borsa in raffia con manici di corda molto resistente dove metto frutta e verdura insieme e sfusa, e una di tela dove tengo borsellino, chiavi e contenitori e/o sacchetti di cotone

D47A15BF-A82D-4338-979A-4D16D7ACE292.JPG

- Sacchetti di stoffa : Io ne ho di due dimensioni e due tipi. 5 di rete di cui 2xgradi e 3xpiccole e 5 di tela tutte piccole + una vecchia federa per il pane. Come ho detto non imbusto la verdura ma la metto tutta sfusa nella borsa , i sacchetti di retina mi servono solo per cose delicate o piccole (funghi, ciliegini o insalata). In quelle di tela invece metto le cose secche che compro sfuse alla bottega leggera. Li ho pesati e scritto la tara con un pennarello per stoffa indelebile ( cosi che possano detrarre il peso del sacchetto quando andate a pagare) ma spesso il peso è insignificante .
Se dimentichi i sacchetti non è la fine del mondo, puoi usare quelli di carta che fornisce il negozio ma quando arrivi a casa non buttarli! Conservali per congelare il pane o impacchettare il prossimo panino o pranzo al sacco.

COME FARE LA SPESA SFUSA- prodotti secchi: Pesa la busta o falla pesare al personale, appunat il peso con una penna o pennarello o sul cellulare. Riempila con il prodotto che hai scelto e segnati ( sempre sul telefono) il codice prodotto. A casa passa il contenuto in un barattolo che puoi sigillare ( e evitare l’ingresso di farfalline) e ricordati di rimettere le buste nella borse e in macchina per la prossima volta!

Barattoli e contenitori - Per prodotti come carne, pesce, formaggio, yogurt, olive, olio o burro d’arachidi. Ogni settimana riempio un barattolo da litro di yogurt e una volta ogni due settimane compro carne e/o pesce . Per la carne o il pesce porto contenitore di vetro direttamente al banco e loro mettono dentro carne o pesce avvolti solo in carta . Lo sticker me lo faccio dare e lo attacco al braccio ( cosí poi non devo rimuovere i residui tal tappo) . Occasionalmente compro burro di noccioline, miele o olive. In questo caso porto con me più barattoli. Non mangiamo più formaggio ( che adoriamo!) perchè qui in Australia lo possono vendere solo avvolto nella pellicola ( cosī come gli affettati) . Sono ancora alla ricerca di un modo.

COME FARE LA SPESA SFUSA- prodotti liquidi o da banco : Pesa il contenitore prima di riempirlo ( se compri dal banco lo faranno loro per te) ma ricordati di farlo sempre perchè il peso del tuo contenitore potrebbe essere maggiore del contenuto stavolta. Assicuratevi in anticipo che non avvolgano il contenitore nella pellicola alla fine per evitare le perdite ( a volte lo fanno per le olive ma basterà portarvi un contenitore ermetico - barattolo di vetro- e una pezzetta per pulire l’eccesso di olio). . Chiedete con un gran sorrisone che usino solo la carta per avolgere carne e pesce. Se gocciola o si bagna pazienza, tanto sarà nel contenitore.
Questa è la parte piu complicata della spesa. Se avete un piccolo macellaio di fiducia o una piccola bottega vi suggerisco di andare li a comprare queste cose . Se invece avete solo l’opzione supermercato ormatevi di pazienza e siate pronti a ricevere un no. Fatevi spiegare perchè no, o magari chiedete di parlare con un responsabile per capire se si possa trovare un compromesso ( andare a un’orario preciso, ordinare in anticipo) insomma non lasciate perdere, siate testardi. Un modo si trova sempre. Spesso gli impiegati non sanno fare la tara o verrebbero rallentati perchè c’è la fila e quindi dicono no.
Piccola parentesi: Norme igienico-sanitare? Venite a dirlo a una microbiologa se è meglio un barattolo pulito e asciutto dietro il bancone o la commessa che ha la frangia fuori dalla retina perchè altrimenti si rovina la piega….Insomma, tentate con la gentilezza smielata prima e passate alle armi pesanti come ultima risorsa.

- Uova: le compro al mercato degli agricoltori e ogni settimana riporto il cartone vuoto in cambio di quello pieno. se me ne dimentico lo faccio a pezzetti e lo metto nel compost . I miei genitori conoscono chi ha le galline e le comprano ogni settimana sfuse. Informatevi sui servizi disponibili nella vostra città.

 Qualche settimana fa. Questa spesa era solo per me ( Matte era via per lavoro) . Sulla sinistra e in alto a destra alcune cose comprate sfuse e il latte in vetro.

Qualche settimana fa. Questa spesa era solo per me ( Matte era via per lavoro) . Sulla sinistra e in alto a destra alcune cose comprate sfuse e il latte in vetro.

 La spesa di questa settimana per due.

La spesa di questa settimana per due.

Latte e liquidi : Ho da poco scoperto un marchio che vende latte in bottiglie di vetro a rendere, molto bello ma ancora costoso ( presto avrà concorrenza quindi sono certa che i prezzi abbasseranno considerevolmente) . Ma ad esempio i mieie genitori comprano il latte direttamente dal pastore. Noi consumiamo 1L di latte ogni due settimane. Una settimana la passiamo senza..e fidatevi che si sopravvive anche senza latte :) . Una volta ogni due settimane compro l’aceto, ma potrebbe servirmi anche cose come salsa di soia o sapone. In quel caso porto con me la bottiglia dove li tengo a la riempio di nuovo. Se il vostro negozio offre il vuoto a rendere siete davvero fortunati.

-EXTRA: per tutte le cose speciali come gelato, cibo per cani, pasticcerie ecc. non sono cose che teniamo in casa ma quando le vogliamo andiamo a prenderle e ne approfittiamo per fare una passeggiata. Nel caso di ospiti a cena portiamo il nostro contenitore o sacchetto per i dolcini o il gelato e chiediamo che non venga usato ne scotch ne nastro per chiudere il pacchetto ( vi guarderanno come del pazzi..e pazienza!)


E PER IL RESTO?

Una volta al mese andiamo al supermercato a comprare cose che non troviamo sfuse. Cerchiamo di limitarne al massimo il consumo e scegliamo materiali riciclabili o compostabili come carta e metallo e prendiamo il barattolo più grosso che troviamo.
Ad esempio qui in questa foto il barattolo in alto a sinistra sono acciughe, le tagliatelle e le caserecce Barilla sono l’unico tipo di pasta ( tra tutit i marchi sul mercato) nei tre principali supermercati Australiani che non hanno plastica di nessun tipo.
La passato ( prima o poi imparerò o fare il sugo dai pomodori veri e a conservarlo in grandi scorte come fa mia nonna) , il tonno, latte di cocco ( pensavo di poterlo usare al posto del latte ma no…,) la farina e le olive ( qui prima che trovassi un negozio greco che le vende sfuse- se mi leggi da Brisbane si tratta di un Deli a West End ). Non in questa foto il burro che viene in carta.
Queste sono le sole cose che prendiamo ogni mese dal supermercato.

 La mia spesa mensile al supermercato

La mia spesa mensile al supermercato


Una volta settato un metodo la spesa verrà sempre più semplicemente e sopratutto, avrete meno sprechi in termine di cibo, spazzatura ( dal packaging dei cibi processati) uno stile di vita più sano ( non avrete piu accesso ai prodotti confezionati ) e risparmierete tempo e soldi.
Qui vi spiego come abbiamo organizzato frigo e dispensa per ridurre gli sprechi e gestire la spesa senza complicarci troppo la vita e rubarci del tempo. ( il mio tessoro) .

Alla prossima spesa, iniziate con il guardarvi attorno e capire che alternative avete, nel vostro negozio e nella vostra città e magari scambiate un prodotto per volta con un alternativa senza incarti o in materiale riciclabile ( in quest’ordine).

E tu sai quali alternative offre la tua città per una spesa zero-waste?


Schermata 2018-11-25 alle 15.58.35.png

Se sei arrivato a leggere fino a qui meriti un BONUS: Una risorsa molto utile è questa app che si chiama BULK FINDER ed è stata creata da Bea Johnson ( la mamma del movimento Zero Waste) aiuta a trovare negozi bulk ( dove fare la spesa sfusa) nella tua città . Per l’Italia non sono disponibili molti posti ma basta registrarsi, fare log-in e aggiungere le vostre scoperte nella app e farla crescere anche in Italia.







Come rifornire e mantenere una dispensa Zero Waste

Come rifornire e mantenere una dispensa Zero Waste

Book blogger: basta collaborazioni, i miei libri li scelgo da sola.

Book blogger: basta collaborazioni, i miei libri li scelgo da sola.